Oramai la fama dell’olio di cocco lo precede. Viene praticamente consigliato per qualsiasi cosa: per cucinare, per i capelli, i denti e la cura della pelle.

Nel caso in cui foste appena tornati da un viaggio su Marte e vi stiate chiedendo cos’è l’olio di cocco è presto detto. Questo viene estratto dalla pressatura a freddo della copra del cocco (cioè quello che mangiamo sulle spiagge in estate) che viene essiccato e da cui si estrae l’olio. È fonte di acido laurico e tra gli oli vegetali è tra quelli che hanno la minore quantità di acidi grassi insaturi.

L’olio di cocco mi ha sempre affascinato in particolar modo per la sua consistenza, infatti sotto i 20° diventa solidissimo, con temperature più calde è invece liquido. Per questo motivo se ne acquistate un barattolo in inverno non spaventatevi se sembra più un burro appena tolto dal frigo che un olio. Inoltre non va confuso con l’olio di cocco monoi tiarè o altri oli abbronzanti, quello a cui mi riferisco e che ha le proprietà che andremo a vedere deve essere spremuto a freddo ed essere appunto, puro, senza aggiunte.

L’olio di cocco è uno dei pochi alimenti che possono essere classificati come “superfood”, ma esattamente quali sono i suoi benefici?

Cura del corpo:

L’olio di cocco è un ottimo olio da massaggio che agisce idratando efficacemente tutti i tipi di pelle, tra cui quella secca. Non vi è alcuna possibilità di avere effetti collaterali negativi sulla pelle dall’applicazione di olio di cocco, pertanto, è una soluzione sicura per prevenire secchezza e desquamazione. Ritarderebbe anche la comparsa di rughe e cedimenti della pelle, che normalmente accompagnano l’invecchiamento.
Io lo utilizzo puro o in combinazione con l’olio di mandorla per fare uno scrub durante la doccia, magari aggiungendo un po’ di caffè (per contrastare la cellulite) o zucchero di canna per aumentare l’efficacia del guanto di crine. Effettivamente la pelle risulta molto più liscia e compatta ed il profumo è delicato e affatto invadente.

Cura dei capelli:

L’olio di cocco aiuta nella crescita sana dei capelli donando luminosità. Viene consigliato come olio riparatore dai danni del sole durante l’estate, in particolar modo per chi frequenta abitualmente spiagge e acqua di mare. Io ne porto sempre un po’ con me all’interno di un dosatore spray e soprattutto dopo un bel bagno in mare ne spruzzo un po’ sui capelli. Ammetto che appena si asciugano risultato molto unti (vabbe’ siamo al mare!) ma lavando i capelli subito dopo sono molto più lucenti e forti, evitando quindi l’effetto paglia secca che ci regala il sole estivo. Per quanto riguarda l’utilizzo durante la stagione invernale io lo consiglio solo sui capelli asciutti, ma davvero una quantità minima, perché se si eccede può ungere i capelli in modo poco piacevole a tatto e vista.
Ho provato ad utilizzarlo anche con i capelli bagnati, ma una volta asciutti restano comunque troppo unti.

Cura del viso:

Può essere utilizzato anche come struccante, infatti elimina ogni traccia di trucco, anche waterproof. Ho provato ad utilizzarlo per un periodo, ma avendo la pelle mista ho notato che l’olio di cocco non aiuta, la rendeva infatti più grassa del solito. Per coloro che hanno la pelle secca invece può essere a mio avviso un buon rimedio.
Un altro utilizzo è quello anti-age, per chi comincia ad aver bisogno di creme e cremine antirughe, o chi ne fa già un uso da un po’ di tempo, l’olio di cocco è una buona alternativa bio per eliminare i segni del tempo, specialmente nel contorno occhi.
Io ne metto un po’ prima di andare a dormire 😀

Perdita di peso:

L’olio di cocco sarebbe molto utile per la perdita di peso grazie al contenuto di acidi grassi a breve e media catena che aiutano ad eliminare il peso in eccesso. Le varie ricerche suggeriscono che l’olio di cocco aiuta a ridurre l’obesità addominale nelle donne, inoltre è anche facile da digerire e aiuta nel sano funzionamento del sistema endocrino e della tiroide. Aumenta il tasso metabolico del corpo, eliminando lo stress sul pancreas, bruciando così più energia aiutando le persone obese e in sovrappeso a perdere peso.

Denti bianchi:

Ci sono alcuni metodi descritti sul web che permetterebbero l’utilizzo dell’olio di cocco per lo sbiancamento dei denti, ed effettivamente oltre l’olio di cocco puro, sono molti i prodotti pubblicizzati che lo inseriscono tra gli ingredienti. Per esempio, vi è mai capitato di vedere il Carbon Coco? Viene pubblicizzato come 100% naturale proveniente dal guscio della noce di cocco. Promette denti bianchissimi in poco tempo.
Non si sono inventati niente di nuovo, in quanto questo rimedio ha una tradizione molto antica, l’olio di cocco è sempre stato usato tipo colluttorio, e lasciato agire dai 5 a 15 minuti. In questo modo rimuove e scioglie i batteri cattivi e la placca. Stupefacente!

Ma quale olio di cocco acquistare? Se ne trovano di diversi brand, io compro sempre l’olio di cocco della Khadi, che trovo da Saicosatispalmi, sia nel negozio fisico di Pescara che online, costa 9,90 € ed ha una durata medio lunga, ovviamente dipende dall’uso che se ne fa. Ricordate sempre che per avere i benefici sopra elencati deve essere biologico, puro ed estratto a freddo.

Invece voi come lo utilizzate? Per i capelli? Viso o corpo?
Fatemelo sapere nei commenti!

Cheers

promocarrie